Ambulatorio Geriatrico
L’Ambulatorio Geriatrico è una struttura di tipo non residenziale operante nei presidi sanitari localizzati nell’ambito di case di cura accreditate o private, di ospedali, di policlinici universitari e di poliambulatori pubblici o privati.

La struttura garantisce visite specialistiche e consulenze agli anziani autosufficienti o parzialmente autosufficienti e, comunque, in condizioni tali da recarsi autonomamente presso la sede di servizio.

L’Ambulatorio Geriatrico offre svariati servizi, quali: la prescrizione di esami ematici e strumentali, la rilevazione dei dati clinici e la diagnosi, suggerimenti nell’assistenza e controlli terapeutici.

Nella struttura esplica la sua attività personale sanitario specializzato in geriatria e, generalmente, assistito da psicologi e assistenti sociali al fine di valutare le condizioni dell’anziano nella maniera più appropriata.

 

L’Ambulatorio Geriatrico può essere una struttura pubblica o accreditata oppure una struttura privata. La scelta del soggetto dipende da diversi fattori, quali: la mancanza di una lista di attesa, la competenza e la professionalità del personale, l’ubicazione della struttura che dovrebbe essere nelle vicinanze della propria abitazione e facilmente raggiungibile con i mezzi di trasporto pubblici, la qualità delle prestazioni erogate, etc.

 

L’ammissione nella struttura pubblica o accreditata è subordinata al rilascio di una richiesta da parte del medico di base o del sanitario ospedaliero. In queste strutture è previsto il pagamento di un ticket in base alle disposizioni normative in vigore e sul cui aggiornamento è possibile informarsi presso gli sportelli amministrativi della sede di servizio. Inoltre, nelle strutture pubbliche o accreditate è possibile richiedere prestazioni in forma privata dietro pagamento di una tariffa di mercato.

L’accesso alla struttura privata avviene direttamente su richiesta dell’interessato o dei suoi familiari e, di norma, previa valutazione del medico di base. Il costo del servizio è assai vario e viene stabilito dall’Amministrazione della struttura e dagli specialisti

 

 

Centro Diurno

Il Centro Diurno è una struttura semiresidenziale destinata a fornire accoglienza a persone anziane in condizioni di autosufficienza o con un livello di autonomia ridotto a causa di problematiche di natura prevalentemente fisica, che necessitano di supervisione, tutela, sostegno e aiuto nello svolgimento di alcune delle attività di vita quotidiana. Si rivolge in modo particolare agli anziani che spesso vivono una condizione di solitudine e di disagio. A differenza del centro sociale, il Centro Diurno accoglie anziani con problematiche più gravi e con un minor grado di autonomia personale.

 

Il Centro Diurno è, di norma, ubicato in zone urbanizzate e ben collegate con le strutture e i servizi socio-sanitari presenti sul territorio al fine di consentire all’anziano l’integrazione con il contesto ambientale preesistente.

All’interno del centro operano diverse figure professionali, quali:

operatori per l’assistenza sociale ed infermieristica;

operatori addetti alla cura della persona, il cui intervento è finalizzato soprattutto all’uso delle potenzialità dell’anziano;

educatori ed animatori;

addetti ai servizi generali.

Il Centro Diurno oltre a permettere un alleggerimento degli impegni familiari, dovrebbe garantire un’assistenza globale dell’anziano sulla base di piani di lavoro individualizzati, volti ad ottenere una migliore qualità di vita possibile. Infatti, esso offre attività di riabilitazione, ricreative, culturali, artigianali e numerose occasioni di socializzazione, ponendosi come luogo di incontro per la vita di relazione.

 

Le prestazioni e i servizi offerti dal centro sono diversi:

assistenza tutelare diurna;

assistenza infermieristica;

assistenza sociale e psicologica;

servizio mensa (colazione, pranzo e cena), lavanderia e stireria;

igiene della persona (bagni, pedicure, lavaggio dei capelli);

contatti con enti assistenziali e/o previdenziali;

attività ludico-ricreative ( sale TV, tornei di carte, sala lettura con abbonamenti a quotidiani nazionali);

attività motorie ricreative anche personalizzate;

trasporto dell’anziano dal Centro Diurno a casa.

La scelta del Centro Diurno da parte dell’utente viene effettuata sulla base di alcuni fattori, quali: la qualità delle prestazioni offerte, il tipo di attività ricreative e culturali proposte, la competenza delle figure professionali operanti all’interno della struttura, la localizzazione del centro, etc.

 

I requisiti e le modalità di ammissione nella struttura variano a seconda delle disposizioni normative emanate dalle Regioni e dai Comuni; in linea generale, si fa riferimento alla condizione socio-sanitaria della persona anche in funzione dei posti disponibili presso le strutture attivate.

Il costo del servizio varia da Regione a Regione e spesso anche in base al reddito dell’ospite e viene stabilito dal Comune di appartenenza della struttura pubblica.

 


Centro di Riabilitazione
Il Centro di Riabilitazione è una struttura residenziale e non che fornisce le prestazioni sanitarie di riabilitazione rivolte ad anziani e disabili autosufficienti (anche solo parzialmente) o non autosufficienti, con affezioni funzionali a carico prevalentemente degli apparati: muscolare e scheletrico, nervoso, cardiocircolatorio, respiratorio, uditivo e dei quadri psichici.

 

Interessano soggetti che presentano disabilità transitorie o permanenti; le prestazioni hanno particolare efficacia nelle fasi sub-acute in cui è ottenibile un maggior recupero delle competenze deficitarie, al fine di ridurre o annullare l’impatto disabilitante della malattia stessa.

Il Centro di Riabilitazione può anche essere ubicato all’interno di ospedali, policlinici universitari, poliambulatori territoriali, case di cura e residenze sanitarie assistenziali.

 

Le prestazioni riabilitative sono erogate da professionisti sanitari, quali:

terapisti della riabilitazione;

fisioterapisti;

logopedisti;

massaggiatori;

educatori professionali.

Una stessa struttura può fornire prestazioni riabilitative in regime ambulatoriale, domiciliare, di degenza programmata o in day hospital.

Le prestazioni erogate in regime ambulatoriale o domiciliare generalmente previste sono: visita fisiatrica e ortopedica; trattamenti di riabilitazione (terapia fisica, riabilitazione respiratoria, riabilitazione neuromotoria, fisiokinesiterapia); logopedia; laser terapia e ginnastica di gruppo.

Le prestazioni erogate in regime di degenza prevedono anche: prestazioni infermieristiche; controlli medici e specialistici; assistenza alberghiera; assistenza nelle attività quotidiane e cura della persona.

Le prestazioni erogate in regime di day hospital assicurano almeno tre ore di terapia al giorno e non prevedono la permanenza notturna.

 

L’accesso alle prestazioni di riabilitazione funzionale avviene direttamente nella struttura pubblica o accreditata prescelta con presentazione della documentazione sanitaria necessaria. Tale documentazione consiste in una richiesta da parte del medico di medicina generale o del medico ospedaliero in caso di dimissioni programmate; ovvero in una richiesta del medico specialista privato o dell’ASL.

 

L’accesso alle strutture private avviene tramite appuntamento, anche telefonico, negli specifici giorni e fasce orarie indicate.

Il servizio prestato dalle strutture pubbliche o accreditate in regime ambulatoriale è gratuito per gli esenti ticket, mentre per gli altri si applica la normativa generale sulla partecipazione alla spesa il cui aggiornamento deve essere verificato presso l’ASL di residenza.

Il costo delle prestazioni sanitarie di riabilitazione fornite da strutture accreditate o totalmente private in regime di degenza dipende dal tipo di trattamento e dalla richiesta di un servizio alberghiero particolare.

Il costo del servizio erogato dalle strutture private varia a seconda della tipologia delle prestazioni riabilitative richieste.

 

In relazione alla forte domanda di prestazioni sanitarie di riabilitazione, l’ammissione nella struttura avviene con l’inserimento dell’utente in una specifica lista di attesa che ha uno scorrimento cronologico con chiamata da parte del servizio.

 

 

Centro sociale

Il Centro sociale rappresenta, all’interno della più ampia politica degli anziani, un luogo di aggregazione e di incontro aperto a tutti gli anziani o pensionati che opera senza fini di lucro allo scopo di:

promuovere la crescita civile e la tutela della dignità del cittadino;

favorire, arricchire e sviluppare le relazioni interpersonali fra gli anziani;

eliminare situazioni di isolamento, abbandono ed emarginazione.

Il Centro Sociale persegue le sue finalità mediante iniziative culturali e formative, attività ed occasioni di svago, di occupazione del tempo libero e di socializzazione che favoriscono il rapporto di comunicazione interpersonale ed una adeguata autonomia di vita e cercano di valorizzare il ruolo dell’anziano di testimone di esperienze, tradizioni e cultura.

 

Il Centro Sociale è, di norma, localizzato nell’ambito di strutture messe a disposizione dal Comune o in sedi appartenenti alle associazioni di volontariato cattoliche e laiche.

Il Centro Sociale generalmente dispone di ampi saloni dove gli iscritti possono ritrovarsi per svolgere attività ricreative, quali giochi a carte, scacchi, etc.; di altre sale per la lettura; di un cinema; di un servizio bar. Inoltre, la struttura dovrebbe essere dotata di un ambulatorio e di uffici per gli operatori.

Il Centro Sociale offre anche la possibilità di organizzare feste, rappresentazioni teatrali, vacanze e gite turistiche. E’ inoltre previsto il collegamento con gli altri servizi socio-sanitari e culturali presenti sul territorio.

 

L’adesione al Centro Sociale avviene mediante un’iscrizione che può essere gratuita o prevedere il pagamento di una quota annua di importo limitato. Possono di norma, iscriversi tutti i cittadini che hanno superato i 55 anni di età ed i pensionati e gli invalidi anche se di età inferiore.

 


Day hospital geriatrico

L’assistenza a ciclo diurno (Day Hospital) consiste in un ricovero o cicli di ricoveri programmati, senza pernottamento, con erogazione di prestazioni plurispecialistiche.

A differenza dei day hospital ordinari, i day hospital geriatrici sono organizzati in maniera tale da consentire alla persona anziana di non sentirsi trascurata e disorientata. Inoltre, nei day hospital geriatrici gli interventi diagnostici e terapeutici e le differenti affezioni vengono valutate ed affrontate in maniera coordinata: al termine delle indagini viene proposta la terapia appropriata al caso analizzato.

 

L’attività di ospedalizzazione diurna è orientata, di norma, a fornire un’adeguata risposta a diverse tipologie di prestazioni:

diagnostico strumentale, fra le quali possono essere annoverate le prestazioni erogate essenzialmente in fase antecedente al ricovero o in sostituzione dello stesso;

terapeutiche, fra le quali possono essere annoverate le prestazioni rese in fase successiva al ricovero e in alternativa ad esso, per l’esecuzione di particolari trattamenti e somministrazioni controllate o periodiche di farmaci particolari;

riabilitative, che prevedono il trattamento di casi nei quali non è indispensabile il ricovero ma non è neppure opportuno o sufficiente un trattamento a livello territoriale e/o ambulatoriale e, comunque, la prestazione in day hospital diventa alternativa al ricovero.

E’ importante la collaborazione tra familiari e medico di fiducia per la valutazione della persona al fine di non vanificare gli effetti e i benefici della degenza in regime di day hospital.

 

Il day hospital può essere una struttura pubblica o accreditata, ovvero una struttura privata. La scelta del soggetto ha origine da una serie di elementi, quali: le condizioni economiche, la mancanza di una lista d’attesa, la qualità delle prestazioni assicurate, la localizzazione della struttura (è preferibile una struttura ben collegata con la propria abitazione e facilmente raggiungibile con i mezzi di trasporto), etc.

L’inserimento all’assistenza in day hospital pubblici o accreditati richiede l’accettazione e la programmazione da parte degli specialisti del servizio ospedaliero. Il costo del ricovero in tali strutture è a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

 

L’ammissione nella struttura privata dipende dal regolamento specifico relativo agli aspetti di carattere amministrativo. Il costo del ricovero presso tali strutture è assai vario e dipende dalla tipologia delle prestazioni erogate.


Podologia

Calli, duroni, unghie incarnite, verruche, infezioni, ulcere, micosi: sono solo alcune delle malattie cui va più frequentemente soggetto il piede.

L’operatore sanitario qualificato ad intervenire in queste situazioni è il Podologo, il quale, con metodiche indolori, apporta sollievo al piede doloroso. Inoltre integra l’intervento medico con la prevenzione, cura e riabilitazione in alcune situazioni: alterazioni biomeccaniche strutturali e funzionali, trattamenti pre e post-operatori, ulcere trofiche, etc. che richiedono l’intervento del Podologo in particolare per la confezione e l’applicazione di supporti plantari. Il Podologo è in grado di riconoscere, anche a mezzo esami strumentali, le alterazioni precoci o conclamate che necessitano di un eventuale controllo specialistico. Il costo del servizio erogato dal Podologo varia a seconda del tipo di prestazione.

 

La salute del piede assume grande rilevanza soprattutto per gli anziani, in quanto condiziona il benessere fisico di tutta la persona. Infatti, il piede della persona anziana è sinonimo di piede doloroso, per cui, nella valutazione delle sue condizioni fisiche generali, è opportuno un esame posturale-podologico. Inoltre, la cura del piede della persona anziana è importante perché i problemi podologici possono accrescere il rischio di perdita di autonomia della persona.

 

Il soggetto interessato al controllo podologico, in caso di mancata conoscenza di una figura professionale di fiducia, ha la possibilità di rivolgersi all’AIP (Associazione Italiana Podologi), avente lo scopo di tutelare gli interessi della categoria nel territorio nazionale e di favorire la preparazione professionale in questo settore e per ottenere informazioni, generalità e indirizzo del Podologo associato più vicino al proprio luogo di residenza. Si può contattare l'AIP telefonicamente al numero 06-228.20.23 oppure tramite posta elettronica (E-mail: aip@tin.it).{sharethis}

Professione OSS

Vai all'inizio della pagina
pianetaoss.it.