Il centro residenziale è un luogo riservato unicamente all'ospitalità di pazienti affetti dalla malattia di Alzheimer e da altri tipi di demenza.

Il paziente può essere ospitato stabilmente, per brevi periodi o per tutta la giornata o, in casi particolari, per alleviare lo stress assistenziale delle famiglie, solo per la notte.
Queste strutture sono fornite di almeno 20 posti letto e sono rivolte prevalentemente all'ospitalità e a interventi terapeutico-riabilitativi dei pazienti con la malattia di Alzheimer. Esse sono concepite affinché non presentino ostacoli per il movimento libero dei pazienti e sono distinte l’una dall’altra da colori o simboli per il riconoscimento della loro funzione.

Gli ingressi sono provvisti di porte automatiche e sono previsti altri sistemi di controllo degli spostamenti dei malati.

 

 

Il personale dei centri residenziali è in genere prescelto tra quello già operante nelle Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) e preparato all'assistenza specifica con lo scopo di conservare l'autonomia dei pazienti il più a lungo possibile e diminuire immobilizzazioni sia fisiche che farmacologiche.

In Italia ci sono poche strutture in fase di sperimentazione su esperienze già attuate negli Stati Uniti, in Australia, in Canada e in vari paesi d'Europa.

 

Tali strutture possono essere incluse in RSA pubbliche o in case di cura private accreditate o gestite da Associazioni no profit, in convenzione con le Aziende Sanitarie Locali.

Il centro residenziale offre molteplici servizi, come assistenza medico-specialistica, assistenza infermieristica, assistenza alla cura della persona e alle attività della vita quotidiana, assistenza riabilitativa, assistenza di tutela e comfort alberghieri.

 

Si accede a questo servizio tramite richiesta del medico di base o del sanitario del reparto, nel caso in cui la persona sia ricoverato in un ospedale o in una casa di cura. La richiesta deve essere presentata al distretto sanitario del proprio territorio di residenza e l'Unità di Valutazione Geriatrica, territoriale od ospedaliera, provvederà poi ad effettuare una visita al domicilio del malato, per valutare se ci sono i presupposti per l'ammissione. Nel caso che la valutazione sia positiva, il familiare del richiedente deve recarsi alla ASL di appartenenza per la scelta del Centro in cui sia presente un nucleo o un modulo Alzheimer, per effettuare le pratiche previste e per l'inserimento nella lista di attesa.

 

Per le strutture pubbliche o accreditate, la diaria prevista è relativa al pagamento delle competenze alberghiere e varia a seconda della tipologia del Centro Residenziale e della Regione in cui la struttura è collocata.{sharethis}

Professione OSS

Vai all'inizio della pagina
pianetaoss.it.