Il TAR ha respinto tutti i ricorsi presentati sulla validità della graduatoria finale del maxiconcorso regionale per titoli ed esami per la copertura di 2445 posti di operatore socio sanitario.


E’ dunque ritenuto corretto lo svolgimento procedurale del concorso e di conseguenza è valida la graduatoria di merito finale. L’operato della Commissione giudicatrice del concorso viene definito ineccepibile dal Collegio del TAR.
In sostanza è corretta, secondo la sentenza, la scelta fatta dall’ Azienda di non attribuire alcun punteggio – ai lavoratori che lo avevano inserito – al servizio prestato anche alle dipendenze di cooperative, presso RSA ed RSSA accreditate dal servizio regionale.


A questo punto, fatte le dovute correzioni di posizioni in graduatoria per chi si era auto attribuito il punteggio per servizio presso pubbliche aziende anche si si trattava di enti privati, si potrà procedere con le nuove assunzioni da parte dell’Azienda.

JSN Boot template designed by JoomlaShine.com